Dicembre 13, 2023

Workflow: significato e applicazioni nella marketing automation

Reading time about 10 min

Sei stanco di passare ore e ore a gestire contatti, inviare e-mail e monitorare le tue campagne di marketing? E se ti dicessimo che esiste un modo per semplificare il tuo lavoro e ottenere perfino risultati migliori?

Si tratta dei workflow di marketing automation, processi che automatizzano compiti ripetitivi per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di vendita con un minor dispendio di risorse ed energie.

In questo articolo, ci immergeremo nel mondo dei workflow: partendo dal significato generale di questa parola, ci focalizzeremo sulle sue applicazioni pratiche nel marketing per mostrarti come puoi sfruttare questi strumenti per il tuo business e il tuo e-commerce.

Cosa aspetti? Crea la tua prima automation gratis!

Non è necessario avere conoscenze tecniche o di web design, con Brevo puoi creare le tue automation in pochi passaggi

 

Cos’è un workflow

Nel digital marketing il termine “workflow”, che in italiano significa letteralmente “flusso di lavoro”, indica una serie di attività eseguite in modo coordinato per completare un certo processo.

Le fasi di un workflow avvengono in maniera sequenziale. Tuttavia, la natura della prima e dell’ultima fase varia a seconda del tipo di workflow utilizzato.

Un workflow lineare, infatti, inizia con una fase innescata da un evento esterno e si conclude con un’altra fase che rappresenta l’output del processo.

In un workflow ad anello, invece, il completamento dell’ultima fase di solito fa ripartire la prima fase finché non si raggiunge una certa condizione.

Cosa si intende per workflow nella marketing automation

I workflow rappresentano il cuore della strategia di marketing automation.

In questo caso, però, è preferibile utilizzare workflow automatizzati, ovvero dei flussi di lavoro o scenari prodotti con la marketing automation. 

Questi ultimi presentano numerosi vantaggi rispetto a quelli gestiti manualmente, tra cui maggiore efficienza, scalabilità e strumenti di monitoraggio delle prestazioni.

Tramite i marketing automation workflow, i marketer, le imprese e i liberi professionisti possono inviare messaggi personalizzati e rilevanti ai propri contatti lungo tutto il customer journey migliorando di grand lunga la loro customer experience.

Inoltre, risparmiando tempo ed energie nell’esecuzione di attività marginali, si ha la possibilità di dedicarsi completamente ad operazioni strategiche.

I workflow automatizzati consentono, in questo modo, di raggiungere qualsiasi obiettivo di marketing

Dunque, sia che tu voglia convertire lead in clienti, coinvolgere clienti esistenti o promuovere determinati prodotti o servizi, ti conviene prendere nota di come si realizzano questi workflow.

Come funzionano i workflow di marketing automation

Non bisogna essere esperti di computer per creare workflow efficaci

Fortunatamente, esistono dei software dedicati che, sulla base delle indicazioni date da te in precedenza.

Non appena avrai individuato l’applicazione più adatta alle tue esigenze, segui questi passaggi:

  • Identifica i compiti da automatizzare, come l’invio di email, la pubblicazione sui social media, o la gestione dei lead
  • Definisci le regole e i trigger, come l’invio di una serie di email di benvenuto quando un nuovo utente si iscrive
  • Segmenta il tuo pubblico in gruppi specifici in base a comportamenti, preferenze o dati demografici
  • Crea contenuti personalizzati per i vari segmenti di pubblico individuati;
  • Programma l’invio dei messaggi sotto forma di sms marketing o creando workflow di email
  • Analizza i dati delle campagne per verificare cosa funziona e cosa va modificato
  • Aggiorna i workflow in base ai feedback che ricevi.

I principali tipi di workflow di marketing usati dalle aziende

Le aziende possono usufruire di diversi tipi di workflow di marketing, a seconda dell’obiettivo che vogliono raggiungere e costruire di conseguenza la propria strategia di web marketing.

Intanto, vediamo insieme quali sono i più comuni, in base all’ambito di applicazione.

Workflow per il content marketing

Il content marketing è una tecnica di marketing che prevede la creazione e la condivisione di contenuti testuali e visuali pertinenti e rilevanti su un marchio o prodotto/servizio.

I workflow possono essere utilizzati per gestire le principali fasi del processo:

  • Definizione degli obiettivi della strategia
  • Ricerca di parole chiave
  • Creazione di calendari editoriali
  • Scrittura e modifica dei contenuti da pubblicare
  • Pubblicazione dei contenuti sui canali appropriati

Workflow per il social media marketing

Con i workflow, puoi generare visibilità e interazioni sui social network, gestendo le seguenti attività:

  • Pianificazione degli obiettivi
  • Creazione dei post
  • Pubblicazione dei post sui social network
  • Monitoraggio dell’engagement
  • Analisi delle prestazioni

Workflow per l’email marketing

La strategia di email marketing si focalizza sull’invio di e-mail per stimolare l’interesse degli utenti e facilitare la loro conversione in clienti e conseguente fidelizzazione.

Ecco le fasi in cui si articola un flusso di email automatiche di questo tipo:

  • Definizione degli obiettivi
  • Costruzione della lista email
  • Segmentazione del pubblico
  • Progettazione dei contenuti
  • Test A/B per verificare l’efficacia della campagna
  • Invio delle email
  • Analisi delle prestazioni 

L’email marketing automation è molto più potente di un’email perché permette di avere un rapporto one-to-one con ogni singolo contatto e inviare dei contenuti personalizzati che fanno crescere il tasso di conversione.
Inoltre proprio con nell’email marketing, anche con l’automation è possibile verificare il tasso di apertura, quanto clic sono stati effettuati su un determinato CTA.

Grazie all’email marketing automation, un contatto una volta entrato nel workflow verrà indirizzato verso un determinato percorso in base alle azioni che compierà. In questo modo per esempio è possibile indirizzarlo verso un cross-selling o un upselling in base alle sue scelte di acquisto.

È per questo che bisogna affidarsi a un software di marketing automation affidabile e poco costoso, come per esempio Brevo.

Workflow per l’events management

L’organizzazione e gestione degli eventi aziendali è un processo complicato, in cui è necessaria precisione e puntualità.

I workflow automatizzati risultano ideali per:

  • Definire gli obiettivi dell’evento
  • Sviluppare concetto e tema dell’evento
  • Pianificare il budget
  • Selezionare la data e il luogo
  • Gestire fornitori e contratti
  • Promuovere l’evento e inviare reminder ai partecipanti
  • Raccogliere i feedback dei partecipanti
  • Gestire messaggi di follow-up e di ringraziamento

Workflow per la SEO 

La Search Engine Optimization (SEO) consente di attirare un maggior numero di visitatori al tuo sito web, facendolo comparire nei primi risultati di un motore di ricerca.

I workflow possono aiutarti in particolare nelle seguenti fasi:

  • Ricerca di parole chiave
  • Ottimizzazione on-page
  • Analisi dei concorrenti
  • Monitoraggio del ranking

Esempi di workflow da utilizzare per fare marketing automation

Ecco alcuni esempi di workflow di marketing automation.

Email di benvenuto

marketing-automation-workflow

Questo workflow viene attivato quando un nuovo utente si iscrive alla tua newsletter o si registra sul tuo sito web.

Permette di inviare una serie di welcome email per presentare la tua azienda, condividere risorse utili e incoraggiare l’engagement iniziale ed ottimizzare il tuo onboarding.

marketing-automation-esempi-welcome-email

Trattandosi della prima comunicazione diretta tra azienda e utente, è fondamentale curarne il design e il linguaggio nei minimi dettagli.

Lead nurturing

È possibile creare un workflow per coltivare le lead, educandoli e guidandoli attraverso il ciclo di acquisto per facilitarne la conversione a clienti.

Di norma, questo avviene tramite l’invio di contenuti rilevanti, come articoli, webinar e studi di caso, in base alle azioni e agli interessi degli utenti.

Remarketing

Gli utenti spesso visitano il tuo sito web ma non compiono una determinata azione, come l’acquisto di un prodotto.

In questo caso, potresti creare un workflow di remarketing, mandando una serie di email di follow-up per incoraggiare il lead a tornare e completare l’azione desiderata o indirizzandoli su una landing page creata apposta per questo tipo di contatti.

Carrello abbandonato

La marketing automation può esserti d’aiuto per porre rimedio ai casi di carrello abbandonato, ovvero quelle situazioni in cui un cliente aggiunge prodotti al carrello ma non completa l’acquisto.

carrello-abbandonato

Infatti, questa strategia ti permette di inviare una serie di email di follow-up automatiche per ricordare al cliente i prodotti nel carrello e incentivarlo a finalizzare l’acquisto.

Rinnovo di abbonamenti

Se offri abbonamenti o servizi a pagamento, non puoi fare a meno di questo tipo di workflow.

Ti consente di mandare email automatiche ai clienti quando è necessario rinnovare o aggiornare il loro abbonamento, con istruzioni e incentivi per farlo.

Lead scoring

Questo workflow assegna punteggi ai lead in base al loro comportamento e alle loro interazioni con i tuoi contenuti e il tuo sito web.

In base ai risultati ottenuti, puoi decidere di inviare i lead più qualificati ai tuoi team di vendita per il follow-up.

Richiesta di feedback post-acquisto

I feedback dei clienti sono molto utili per la tua azienda.

Infatti, mentre le recensioni positive possono aumentare il numero di lead, quelle negative possono aiutarti a capire i punti da migliorare.

Imposta una serie di email per raccogliere informazioni sull’esperienza dei clienti dopo che un cliente completa un acquisto.

Rafforzamento del brand

La marketing automation può essere  utile anche come supporto alle attività di rafforzamento e consolidazione del tuo brand.

Ad esempio, potresti inviare agli utenti dei contenuti che illustrino i valori, la cultura e la missione della tua azienda.

O ancora utilizzarlo in un contesto di HR management come strumento per potenziare il tuo employer branding e l’attrattività nei confronti di potenziali nuovi dipendenti.

Reminder di eventi

Hai organizzato un webinar o un seminario? Manda una mail di reminder a tutti gli iscritti pochi giorni prima dell’evento per assicurarti che partecipino!

Come usare Brevo per creare workflow per la marketing automation

Brevo è una piattaforma che permette di automatizzare le attività di marketing con strumenti intuitivi e facili da usare.

Ad esempio, grazie a Brevo puoi:

  • Segmentare il tuo pubblico in maniera avanzata
  • Fidelizzare i tuoi clienti con messaggi personalizzati
  • Creare campagne multicanale in pochi minuti
  • Fare una lead generation
  • Trasformare i potenziali clienti in clienti fedeli
  • Riconquistare i clienti inattivi con messaggi tempestivi
  • … e molto altro!

Conclusioni

In questo articolo, abbiamo visto come i workflow rappresentino una svolta fondamentale per le aziende e i liberi professionisti che cercano di ottimizzare il loro lavoro.

L’automazione dei processi ripetitivi, la personalizzazione delle comunicazioni e il poter monitorare i risultati in tempo reale consente di risparmiare tempo prezioso e risorse, aumentando al contempo l’efficacia delle campagne.

Che si tratti di email marketing, gestione di eventi, content marketing o SEO, i workflow della marketing automation offrono una vasta gamma di possibilità per raggiungere e coinvolgere il pubblico in modi sempre più innovativi e personalizzati.

Ad esempio, è possibile impostare dei flussi di email per dare il benvenuto ai nuovi utenti, gestire l’abbandono del carrello o promuovere eventi specifici.

Se stai cercando un modo per ottimizzare i processi aziendali e restare competitivo, ti invitiamo a scoprire Brevo: il tool di marketing automation ideale per le tue esigenze.

Ready to grow with Brevo?

Get the tools you need to reach your customers and grow your business.

Sign up free