Settembre 29, 2021

Che cos’è un bollettino informativo e come crearne uno gratis?

Reading time about 10 min
Online-correspondence

Un bollettino informativo è alla base delle relazioni con gli abbonati che si iscrivono alla tua mailing list. Molte aziende inviano regolarmente bollettini informativi, ma non sono sempre consapevoli del potenziale che hanno nella loro strategia di email marketing.

Un bollettino informativo con il giusto contenuto e inviato alle persone giuste può aiutare a rafforzare la fedeltà dei prospect e quindi a far crescere le vendite. Ma, per questo, è importante che non siano un invio automatico di contenuti del blog o un’email non pianificata.

In questo articolo ti chiariremo le idee su cos’è un bollettino informativo, come crearne uno e cosa devi considerare quando lo invii.

Crea un bollettino informativo professionale in pochi passi!

Con l’editor drag & drop (trascina e rilascia) puoi creare facilmente i tuoi bollettini digitali. Il piano gratuito di Brevo permette di inviare fino a 300 email al giorno e memorizzare contatti illimitati..

Inizia adesso>>

Cos’è un bollettino informativo

Un bollettino informativo è una newsletter, inviata in maniera regolare, che le aziende usano per condividere notizie e informazioni rilevanti con la loro lista di abbonati. Il bollettino informativo è di solito inviato via e-mail e viene spesso identificato in inglese con la parola mailing.

Il contenuto varia da azienda ad azienda e da pubblico a pubblico, ma di solito è di tipo informativo piuttosto che promozionale. Un bollettino informativo include contenuti di attualità relativi all’azienda, ai suoi prodotti e/o alle sue promozioni. La priorità è quella di interagire con i destinatari, quindi dovrebbero essere informazioni che probabilmente saranno di loro interesse.

Alcuni bollettini informativi includono anche informazioni generali attuali sul settore. In questo modo, il marchio rafforza il suo posizionamento come riferimento nel suo campo.

Per esempio, un’agenzia immobiliare che include nel suo bollettino informativo le ultime modifiche legali che riguardano la vendita e l’acquisto di appartamenti, oltre alle sue offerte di appartamenti, riesce a posizionarsi come un’azienda esperta disposta a consigliare i suoi potenziali clienti, e non solo come uno dei tanti venditori.

Il bollettino informativo come elemento dell’email marketing

L’email è il canale più efficace per le aziende per raggiungere i potenziali clienti. Ha un tasso complessivo di apertura del 22,8% e in settori come l’elettronica raggiunge il 31,3%, un tasso di interazione molto più alto di altri canali come i social media.

Un bollettino informativo è un buon punto di partenza per strutturare una strategia di email marketing efficace per coltivare le relazioni con i tuoi iscritti.

Il bollettino informativo è uno degli elementi centrali dell’email marketing, ma non l’unico. Ti permette di trasmettere le informazioni più importanti ai tuoi iscritti, mentre altri invii, come le email di carrello abbandonato o le offerte personalizzate, sono più segmentati e focalizzati su azioni più specifiche.

A cosa serve un bollettino informativo?

Un bollettino informativo permette a un’azienda di iniziare a inviare newsletter in modo relativamente facile e veloce. Questi sono i principali vantaggi dell’invio di un bollettino informativo:

Sviluppare relazioni con i potenziali clienti

Una delle chiavi per gestire una campagna di email marketing efficace è quella di farsi vivo con i propri contatti di tanto in tanto. Non è una buona idea inviare troppo, ma non è nemmeno una buona idea sparire per mesi finché non si ha qualcosa di molto importante da comunicare.

I bollettini informativi regolari sono un’ottima risorsa per coltivare le relazioni con gli abbonati. Si tratta di persone che si sono iscritte alla tua mailing list e che quindi hanno un certo interesse per il tuo marchio. All’interno di questo interesse, ci sarà una varietà di profili: ex clienti che puoi fidelizzare, prospect che non sono ancora clienti, ecc.

Il fatto di trovare di tanto in tanto notizie e aggiornamenti relativi al settore e al marchio nella loro casella di posta elettronica rinfrescherà il loro interesse e sarà per loro un invito a interagire. Questo contribuirà sia alle conversioni, per coloro che non sono ancora clienti, sia alla fedeltà, per coloro che sono già o sono stati clienti.

Rafforzare l’immagine di marca

Un bollettino informativo efficace include un contenuto di vario tipo: ci sono notizie attuali, ma anche testimonianze, offerte, storie di successo, collaborazioni degne di nota, risorse utili… Se i destinatari trovano queste informazioni o parte di esse utili, le collegheranno più o meno inconsciamente al tuo logo e al tuo marchio.

In questo modo, stai generando fiducia nella tua azienda. Ti stai posizionando come qualcuno che conosce il settore ed è in grado di rispondere alle sue esigenze con rapidità, e non solo come un’azienda interessata a vendere i suoi prodotti.

Generare traffico per il tuo sito web

Anche se hai un sito web efficace, puoi lottare per attirare i visitatori. L’invio di una newsletter con attraenti call to action che rimandano al tuo sito è un modo per aumentare il traffico sul tuo sito web.

Puoi farlo utilizzando gli articoli che sono di maggior interesse per gli abbonati, così come alcuni contenuti promozionali che portano i lettori a una specifica landing page. Se i visitatori sono attratti dalla landing page, è probabile che continuino a navigare in altre sezioni del tuo sito web.

Raccogliere dati sul comportamento dei tuoi potenziali clienti

Un’altra pietra miliare di una campagna di email marketing efficace è conoscere bene i tuoi abbonati e i tuoi potenziali clienti. Per esempio, a che ora controllano la loro email, con quale tipo di contenuto interagiscono di più, se reagiscono alle offerte o preferiscono un contenuto più informativo…

Le risposte sono diverse a seconda di ciascun target e il modo migliore per conoscerle è consultare le statistiche degli invii.

Nella sezione precedente, abbiamo detto che l’invio di una newsletter è un buon modo per iniziare la tua strategia di email marketing e questo vale anche per la raccolta dei dati.

Il software che puoi usare per inviare la tua newsletter, come Brevo, ti dà accesso a KPI dettagliati di email marketing sulle tue campagne, come il tasso di apertura, il tasso di click-through, la reattività, ecc.

statistiche-bollettino-informativo

Puoi anche eseguire dei test A/B per vedere quali linee di oggetto e/o tipi di contenuto danno i migliori risultati. Il trial and error (in italiano prova e sbaglia o tentativo ed errore) è il metodo migliore per vedere cosa è più efficace nell’email marketing.

Da cosa è costituito un bollettino informativo

Il design di un bollettino informativo è importante quanto il suo contenuto. Studi recenti calcolano che il tempo medio di lettura di un’email si colloca tra gli 11 e i 13 secondi, quindi la prima impressione è cruciale. Per avere un buon impatto sin dal primo colpo d’occhio, la struttura del bollettino informativo è essenziale.

Ecco gli elementi che non dovrebbero mancare:

Oggetto del bollettino informativo

Come per ogni email che invii, sarà la prima cosa che il destinatario vedrà quando la riceverà. In base a queste informazioni, decideranno se aprirlo o meno, quindi dovrebbe essere il più attraente possibile.

I destinatari sanno che le email di questo tipo di solito contengono più informazioni di altre email, quindi la parola “newsletter” o “bollettino” può essere un incentivo ad aprirla, anche se non è obbligatorio includerla. La cosa più importante è offrire un’anteprima del contenuto della newsletter o un incentivo extra.

Header

Quando si apre un bollettino informativo la prima impressione è quella che conta. Bisogna che la brand identity del mittente sia chiara e ben evidente: ricorda di inserire nell’header il logo e usare i colori aziendali per crearla.
Potresti anche includere il nome dell’azienda, lo slogan, le icone con i link ai social media, ecc…

Un altro elemento utile da inserire nell’header è il link per visualizzare il bollettino informativo nel browser, che permette al contatto di visualizzare la newsletter nel caso in cui ci siano problemi di caricamento causati dal lettore di posta elettronica.

Un bollettino informativo progettato in HTML con un codice responsive è l’ideale, ma d’altra parte è sempre meglio offrire la possibilità di una visualizzazione alternativa con un piccolo link.

L’intestazione minimalista è una tendenza nel design di alcuni bollettini informativi, per dare più risalto al contenuto. Per esempio, da Brevo includiamo solo il nostro logo e il link di visualizzazione in un browser.

clicca-qui-se-non-visualizzi-il-messaggio

Il corpo del bollettino informativo

Dopo aver fatto una buona prima impressione con l’oggetto e il titolo, il corpo di un bollettino informativo è dove si trova il suo valore principale: il suo contenuto.

Quando si selezionano le informazioni, come regola generale, il contenuto informativo dovrebbe avere la precedenza su quello promozionale, anche se entrambi hanno un ruolo importante.

Il bollettino informativo è integrato nella strategia d’email marketing, ma il suo obiettivo principale non è la vendita diretta, ma piuttosto posizionare il tuo marchio come un punto di riferimento del settore e stabilire relazioni a lungo termine con i tuoi potenziali clienti.

Il design e la gerarchia delle informazioni sono anche molto importanti in un bollettino informativo. Al giorno d’oggi, è facile usare un modello professionale con un layout HTML per rendere il tuo bollettino informativo facile da leggere, anche se non sei tecnicamente esperto.

Il contenuto è conciso e organizzato in sezioni

La visualizzazione di un bollettino informativo è più “verticale” e anche più fugace di quella di un sito web.

Per questo motivo, lo schema a piramide rovesciata è ideale per organizzare le informazioni in un bollettino informativo: inizia con il contenuto più importante e inserisci le informazioni meno importanti in basso.

Anche così, il lettore avrà l’ultima parola sul contenuto che vuole consultare, quindi dovrebbe avere tutte le strutture per selezionare ciò che gli interessa a colpo d’occhio.

Per fare questo, non c’è niente di meglio che organizzare il contenuto in sezioni chiaramente differenziate, che possono essere delimitate in diversi modi: con colonne, caselle con un diverso colore di sfondo, linee di divisione, immagini, titoli…

Call to action (chiamata all’azione)

Li introduciamo separatamente a causa della loro importanza, ma in realtà fanno parte del corpo del bollettino informativo. Tutte le sezioni di una newsletter dovrebbero avere una chiara chiamata all’azione (CTA).

La chiamata all’azione dovrebbe distinguersi dal resto del contenuto (per esempio con un testo diverso o un colore di sfondo) e rendere chiaro al lettore qual è il prossimo passo da compiere se è interessato al contenuto.

In un bollettino informativo, la chiamata all’azione più comune è quella di seguire un link per leggere gli articoli recensiti, ma questo non è sempre il caso. Per esempio, alcune CTA in un bollettino informativo di Brevo sono:

  • Segui Brevo su Twitter
  • Annota le date nella tua agenda o nel tuo calendario personale: esempio di una call to action secondaria, senza link.

Footer o chiusura della newsletter

Il footer o la chiusura del bollettino informativo completa l’intestazione nella sua funzione di presentare l’identità aziendale del mittente. Dovrebbe consistere in:

  • Pulsante di disiscrizione (necessario per rispettare il GDPR).
  • Informazioni sull’azienda, che possono essere personali (firma della persona che invia la newsletter) e/o aziendali (nome, indirizzo…)
  • Logo aziendale
  • Link ai social media (se non sono nell’intestazione)

Ovviamente, se l’intestazione è minimalista, il footer del bollettino informativo sarà più lungo.

Il footer del bollettino informativo di Brevo include la firma di Stefania, l’autrice, con una foto e un messaggio di addio che forniscono il tocco di vicinanza che vogliamo trasmettere.

Finito! Ora puoi inviare la tua newsletter gratuita

Creare una newsletter con l’aiuto di una piattaforma come Brevo è alla portata di quasi tutti. Tutto quello che devi fare è pianificare il contenuto e il design della tua newsletter, creare un account gratuito Brevo, impostare il tuo mailing e prepararti al decollo.

La tua strategia di email marketing inizia con un bollettino informativo dal forte impatto!

Ready to grow with Brevo?

Get the tools you need to reach your customers and grow your business.

Sign up free